Il maschile e il femminile formano un’unione, e questa unione completa è la più grande forma di Yoga. Yogi Bhajan

Si sa… Gli uomini e le donne non sono uguali, hanno energie diverse. Quello che forse non inquadriamo bene è che l’energia di uno è necessaria a quella dell’altro e spesso, anziché usarla come opportunità per elevarci, la critichiamo con luoghi comuni un pochino inutili. Questo fondamentalmente avviene perché non conosciamo come funziona una donna o un uomo, ma in primis non conosciamo come funzioniamo noi.

Secondo gli insegnamenti del Kundalini Yoga, l’uomo è governato dal sole, la donna dalla luna. Il sole è fermo, stabile, non si muove per cicli. La luna sì, e ogni fase lunare influenza molti aspetti della natura, tra cui la crescita delle piante, le maree, l’ovulazione della donna. E’ una magia! Proprio come la luna, la donna ha il potere di influenzare l’ambiente e la crescita degli esseri viventi.

La donna è la Luna. Cala e cresce. Ogni cosa cresce a causa della Luna. Ogni cosa matura a causa del Sole. E ogni cosa è concepita a causa della combinazione dell’armonia e di queste due polarità del maschile e del femminile, del Sole e della Luna. Yogi Bhajan

In un ciclo di 28 giorni (stessa durata del ciclo dell’ovulazione, appunto) la luna si muove in un’orbita da un punto lunare al successivo ogni 2 giorni e 1/2, toccando quindi 11 punti. Beh, questi 11 punti li ritroviamo localizzati in 11 centri nel corpo della donna, e ad ognuno è collegato uno stato umorale diverso. Ecco spiegati anche repentini stati di umore da un momento all’altro senza apparenti ragioni. Ma pensate anche a quanto è sofisticato il sistema emotivo femminile.

Lo stato emotivo della donna, quindi, è sì collegato alle fasi lunari, ma più in particolare ai punti che la luna attraversa nel suo tragitto.

Ogni donna ha il suo ciclo lunare personale dalla nascita (non c’è una successione prestabilita dei punti) che rimane lo stesso per la tutta la vita, a meno che non si viva un’esperienza estremamente traumatica e scioccante; comunque cambia molto raramente. Ma andiamo a vedere questi undici centri:

  • linea dei capelli. Quando la luna è in questo punto la donna sa chi è, è centrata, neutrale, intuitiva, estremamente consapevole. Giorni ideali per prendere decisioni.
  • sopracciglia. Quando la luna è in questo punto la donna è immaginativa e vive di illusioni. Sono giorni in cui nascono idee inconsuete, adatti per scrivere una storia magari, ma non per le cose pratiche importanti.
  • guance. Qui la donna perde il controllo. Può distruggere le proprie relazioni, diventa reattiva, in preda all’emotività. Spesso coincide con la sindrome premestruale.
  • lobi delle orecchie. Quando la luna è in questo punto, la donna analizza sé stessa e gli altri, vuole parlare dei valori e delle ingiustizie.
  • labbra. La donna in questa fase vuole parlare, parlerà a tutti, anche di niente. Parlerà anche a persone a cui dopo due giorni non rivolgerà più parola.
  • parte posteriore del collo. In questo punto la donna è molto romantica, incline al flirt. È un momento di leggerezza in cui si possono provare cose nuove. Ma non è adatto a impegni importanti che richiedono attenzione e cura.
  • seno. La luna al punto del seno rende la donna compassionevole, con il cuore talmente aperto che potrebbe dare o accettare cose che non farebbe mai in altri momenti. Si commuove per ogni cosa.
  • ombelico. La luna in questo centro porta la donna a essere insicura; diventa molto sensibile alle critiche. Ha l’impressione di non farcela.
  • interno cosce. Qui la donna si prende cura dei dettagli all’eccesso. Vuole produrre, stabilire, confermare. Nessuno deve contraddirla. È determinata e ostinata.
  • vagina. È il momento in cui la donna condivide, partecipa. Ama stare con le persone in maniera profonda e raccolta.
  • clitoride. È socievole, radiosa, affascinante, anche un po’ vanitosa. È nell’umore di parlare, socializzare, incontrare persone nuove.

Ricostruire il proprio personale ciclo lunare è un modo molto efficace per connettersi con le nostre emozioni e saperle gestire al meglio nel rapporto con gli altri. E’ essenziale ascoltarsi con attenzione e obiettività, osservare il proprio stato emotivo. Può essere molto utile tenere un diario per due/tre mesi in cui annotare il proprio stato ogni giorno.

Anche l’uomo ha una luna!

Anche l’uomo ha un centro lunare. Si trova sul mento. Ma se un uomo ha la barba, questa luna viene neutralizzata completamente, perché i peli hanno il dono di assorbire energia solare e canalizzarla verso il corpo. Anche per questo l’uomo risulta più stabile emotivamente. Infatti, in un gruppo di sole donne c’è una determinata atmosfera ed energia che muta completamente se si aggiunge anche un solo uomo!

Spread the love