Quando il sesso è al completo…

Unknown-1L’atto sessuale costituisce, senza alcun dubbio, uno dei massimi piaceri dell’essere umano. Ma non sempre è pienamente appagante.

Quand’è che l’unione sessuale può definirsi completa? Sicuramente quando mente corpo e cuore sono allineati. Ora parliamo di sesso, ma potremmo riportare questo discorso ad ogni aspetto della vita: il lavoro, le amicizie, il cibo, la musica… Dobbiamo solo soffermarci su una questione fondamentale. La struttura dell’essere umano, struttura che lo porta a differenziarsi da ogni altra essere vivente.

Partiamo dalle piante. Fiori e alberi sono senza dubbio essere viventi. Nascono, crescono. si riproducono, muoiono. Il regno vegetale quindi ha un vero e proprio ciclo vitale. Questo ciclo però è puramente fisico, istintivo, destinato alla sopravvivenza.

Negli animali i centri vitali sono due: il centro istintivo e il centro emotivo. Quindi oltre ad avere uno spiccato senso di sopravvivenza, possono provare emozioni, anche fosse solo paura.

Nell’uomo invece troviamo un terzo centro: il centro mentale, il centro che ci ha fatto guadagnare la nomina di “evoluti”, che fa distinzione tra il bene e il male. In natura bene e male non esistono; noi li creiamo nella nostra mente.

Ma se siamo così “avanti” perchè ci sentiamo sempre scontenti? Perchè ci sentiamo vittime delle nostre emozioni? Perchè tutto ci travolge?

Semplice: i nostri tre centri non sono in equilibrio. Uno (spesso quello mentale) pimages-1rende il sopravvento sugli altri due. Mangiare, giocare, fare l’amore solo ed esclusivamente con un dei tre centri porta inevitabilmente ad una delusione. Ripristiniamo l’equilibrio!

Innanzitutto agiamo sul fisico: riscopriamo il corpo, tocchiamoci, prendiamocene cura, apprezziamolo, curiamo l’alimentazione, dormiamo, pratichiamo attività fisica, stiamo all’aria aperta! Quando il corpotroverà il suo equilbrio, godremo di buona salute e vedremo riemergere una serie di sani istinti repressi.

L’altro centro da stimolare è quello emotivo, sede delle sensazioni e dei sentimenti, che fa da ago della bilancia tra istinto e razionalità. Nutriamolo! “Sentiamo”! Fidiamoci di noi stessi!
E infine andiamo a placare il centro più prepotente, quello mentale. Tutto è razionalizzato, filtrato, il cervello lavora ininterrottamente, i pensieri non si fermano, creano tensioni, bloccano impulsi e sensazioni. Alleniamo la nostra mente a momenti di non pensiero consapevole.

imagesPortare i tre centri in equilibrio significa far agire contemporaneamente e nella stessa misura, corpo, emozioni e mente. in questo modo l’unione sessuale assumerà il suo genuino aspetto: sarà prima di tutto fisico, di pelle, di tatto; il mentale ci permetterà di gustare il piacere delle forme, dei colori, dei suoni, ci farà “stare” nel momento; e per completare, permettiamo al centro emotivo di svolgere il proprio ruolo… emozioniamoci, amiamo!

Spread the love

Related Posts

Blog

Il mio sogno era fare la giornalista. Poi ho disegnato un’altra strada nella mia vita.  Ma la scrittura mi ha sempre accompagnato, e qui ho la possibilità di unire le mie passioni più grandi. Benvenuti nel mio Blog! Patrizia Fazio, Amar Prakash Kaur

Articoli Recenti

Sei attore o regista della tua vita?
20 Febbraio 20190
Andare o restare?
3 Dicembre 20180
Con il Kundalini Yoga puoi cambiare tutto intorno a te
7 Settembre 20180
Chiama Ora
Indirizzo Roma

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi