Due individui con il proprio trascorso si uniscono dando vita a qualcosa di nuovo e unico: una relazione. Sono necessari molti errori e numerose prove per non arrivare alla chiusura di una storia; e, che ci piaccia o no, molte relazioni finiscono con la rottura. Non c’è nulla di sbagliato in una storia che finisce, il difficile è uscirne con delicatezza e senza prolungare il dolore. Il Kundalini Yoga è un ottimo strumento di supporto per molti aspetti. Dopo una rottura, abbiamo la tendenza a soffermarci sul passato o, a volte, fantastichiamo sul futuro che sarebbe potuto essere. Una pratica regolare di Kundalini Yoga ci aiuta a vivere nel momento presente, aiutandoci a calmare questi giochi della mente; in questo modo ci apriamo alla “guarigione” più rapidamente per riuscire ad andare avanti, piuttosto che cedere all’ossessione.

Un altro aiuto che può darci una pratica costante è nel gestire il dolore causato da una rottura. Quando ci separiamo, anche da un migliore amico, ne soffriamo una perdita. Esistono molte meditazioni che ci possono alleviare la sofferenza. Parlane con tuo insegnante, saprà indicarti quella più adatta a te.

Ci può poi aiutare a ri-collegare gli schemi che abbiamo stabilito nella nostra relazione: se pensiamo ad un ex e al nostro vissuto quotidiano con quella persona, ci possiamo rendere conto che abbiamo avviato una serie di abitudini, e la perdita di quelle routine può destabilizzarci. Il Kundalini Yoga ci dice che per rompere un’abitudine, dobbiamo crearne una nuova. Ci si può allora impegnare per 40 giorni a fare qualcosa che sostituisca un’attività della “vita precedente”, una pratica che ci può accompagnare in questo momento di vita tutt’altro che tranquillo. E, senza pensare allo Yoga come ad una bacchetta magica, proseguire su questa strada, sentendo il dolore ma senza esserne schiavi. Bisogna essere pazienti con se stessi! Guarire e andare avanti prende tempo. Yogi Bhajan ci ha insegnato che ci vogliono 40 giorni per rompere un’abitudine, 90 giorni per stabilire una nuova abitudine e 120 giorni per confermare la nuova abitudine. Attraverso la tua pratica puoi riacquistare te stesso con il tuo Sé. Faticoso, doloroso, ma l’alternativa non lo sarebbe meno. Ogni volta che sperimentiamo una rottura con qualcuno che abbiamo amato, abbiamo l’opportunità di crescere ed evolvere. E se ripensiamo ad un nostro “dopo-rottura” possiamo vedere di quale forza siamo in possesso e di quanta ne riusciamo a sviluppare! Spesso la vita non ci lascia scelta, ci si può solo stare sentendo cosa succede e cercando il modo di abbracciare la nostra Anima.

Spread the love